Lavori in corso…

giuliaorecchia+nuvole.jpg

Storie piccole

Quando: 02/10/2016 ore 10:30
Dove: Corteccia Via Lanino 11, 20144 Milano Italia
Costo: Gratuito
Contatto: 02 89 05 44 91

libro-mano-traileHai visto un re? Festival di letteratura per l’infanzia a Milano

Storie piccole
Due narratrici d’eccezione ci accompagneranno nel mondo dei libri illustrati di qualità. Un momento per stare insieme, una coccola che aiuti a coltivare i lettori di domani. Tempo speso bene, sospesi nello spazio magico che la lettura condivisa sa creare.

Ospiti d’onore Teresa Porcella e Giulia Orecchia

Per bambini da 0 a 3 anni

Giulia  e Teresa hanno pubblicato diversi libri insieme…se vuoi sbirciarne uno degli ultimi clicca qui sotto:
Ma veramente…, Teresa Porcella, Giulia Orecchia, Lapis, 2016, €8,50

Crescere con le favole: come scegliere consapevolmente!

Quando: 02/10/2016 ore 16:00
Dove: Corteccia Via Lanino 11, 20144 Milano Italia
Costo: Gratuito
Contatto: 02 89 05 44 91
giulia-orecchia-2-768x770

Hai visto un re? Festival di letteratura per l’infanzia a Milano

Crescere con le favole: come scegliere consapevolmente!

Incontro sull’importanza della funzione della lettura condivisa in età evolutiva. Un percorso tra editori, illustratori e traduttori con esempi pratici da segnare in agenda per osservare con attenzione nei libri piccoli dettagli indicatori di qualità.

Ospiti d’onore Teresa Porcella e l’illustratrice Giulia Orecchia

Per adulti

Animali nei libri per l’infanzia a confronto: favola o zoologia?

Quando: 01/10/2016 ore 18:00
Dove: 121+  Via Savona 17, 20144 Milano Italia
Costo: Gratuito
Contatto: 02 36 58 41 19

giulia orecchia 3

Hai visto un re? Festival di letteratura per l’infanzia a Milano

Incontro alla 121+: Animali nei libri per l’infanzia a confronto:
favola o zoologia?

Animali (nei libri per l’infanzia) a confronto: favola o zoologia? La volpe astuta e il cane fedele sono solo luoghi comuni? Incontro tra animali illustrati, esperti e illustratori per capire come e perché, da Esopo a La Fontaine, passando per Rodari e Calvino, gli animali popolano i libri per l’infanzia.

Ospiti d’onore gli illustratori Federico Maggioni e Giulia Orecchia, il designer Luca Boscardin e la pedagoga Silvana Sola

Per adulti

Illustrare Magarìa e Topiopì, le fiabe di Andrea Camilleri per Mondadori

Camilleri è uno degli scrittori che più amo, ho letto tutto quello che ha scritto. Non vi dico quale emozione è stata avere l’occasione di illustrare per Mondadori il suo primo racconto per bambini, Magarìa! La sua scrittura è calda e il suo sguardo sulla realtà rigoroso, ma sempre affettuoso e ironico. In Magarìa la narrazione si sposta continuamente tra il piano della fantasia e dell’invenzione e quello di una realtà disincantata, tra finzione letteraria e consapevolezza della finzione.

Ho cercato di raccontare con le immagini innanzitutto l’ambientazione nella campagna siciliana, così essenziale in Camilleri e in questa storia. Ho cercato tra le immagini dei miei viaggi in Sicilia, e mi sono soprattutto ricordata di quel cielo grande, quel mare blu e quella vegetazione mediterranea forte e profumata.

Schermata-2016-09-23-a-12.04.31.jpg

Poi ho cercato di tradurre in immagini diverse i diversi piani della narrazione: con un linguaggio più fiabesco, più disegnato e astratto le storie fantastiche narrate all’interno della storia, e un linguaggio un poco più realistico per la storia stessa. Senza dimenticare mai che le illustrazioni accompagnano i bambini-lettori nella lettura, soprattutto nei momenti più emotivi e coinvolgenti del testo. Il lavoro continua con la stretta e attenta collaborazione con la meravigliosa redazione e tutti i tecnici bravissimi di Mondadori.

Quest’anno è arrivato Topiopì. Per me è stato un vero onore, e una grande gioia, illustrare anche il secondo libro per bambini di Camilleri!  Per Topiopì, storia di ricordi d’infanzia senza sconfinamenti fiabeschi ho fatto una lunghissima ricerca di immagini sulla vita contadina nella Sicilia rurale dell’epoca, case, ceramiche, piastrelle, arredamenti e animali da cortile…

Ho pescato anche nei ricordi: una casa di amici a Catania con arredi antichi, le cascine visitate da bambina con i loro rumori e odori, le stalle, i pollai con le gabbie dei conigli e i pulcini che pigolano. Ricordo benissimo l’emozione provata a tenere un pulcino tremante in mano. Ho preso gli acquerelli e ho preparato decine di fondi con vegetazione mediterranea, prati, foglie, fiori, cactus, fichi d’india. E muri, tegole, pavimenti lastricati. Non li ho utilizzati tutti! li ho scansionati e tenuti lì.

topiopi scansioni.jpg

scansioni di fondi ad acquerello

Poi ho studiato come fare i personaggi, soprattutto il bimbo e il pulcino. Che fossero simpatici ed espressivi ma non melensi…

topiopi prove2.jpg

prove di sovrapposizioni

Ho lasciato che le immagini si sedimentassero per un po’. Ho fatto decine di pagine di prove, e non ero mai soddisfatta…

topiopi prove.jpg

prove

Ad un certo punto, finalmente, ho iniziato a lavorare. Pagina dopo pagina, col collage, usando gli elementi tratti dagli acquerelli scansionati, e preparandone di nuovi, sono arrivata alla fine…

copertine

bozzetti di copertine

Topiopì in giro nel web

schermata-2016-09-21-a-14-50-42Schermata 2016-09-21 a 14.43.43.png
schermata-2016-09-21-a-14-46-06
…e altro ancora…

Topiopì sull’Huffington Post

schermata-2016-09-21-a-14-37-10

2016-09-15-1473928937-4260453-paginedaint_2-thumb

“…Camilleri è tornato nelle librerie con una storia (non solo per bambini) che ci porta in una Sicilia antica e meravigliosa, piena di profumi e di colori perfettamente riprodotti dalle illustrazioni di Giulia Orecchia, già illustratrice di Magarìa (l’altro libro per ragazzi di Camilleri pubblicato da Mondadori nel 2013), nonché vincitrice, per ben tre volte, del prestigioso Premio Andersen. Un racconto su uno spaccato rurale tutto italiano che non c’è più e tutto incentrato sul giusto valore da dare all’amicizia che vuol dire, tra le altre cose, anche prendersi cura del prossimo, oltre che di coloro a cui vogliamo bene.”

 

Auguri Andrea Camilleri!

http://www.mentelocale.it/70432-magazine-andrea-camilleri-91-anni-fiaba-topiopi/

Pubcoder: ABC

ABC sarà un dizionario illustrato digitale per aiutare i volontari dei centri di accoglienza rifugiati a comunicare più facilmente con i bambini. Si tratterà di una app interattiva con audio in doppia lingua italiano e inglese che i volontari potranno utilizzare con il proprio smartphone. Pubcoder che la sta realizzando ha selezionato 150 parole di uso quotidiano che saranno illustrate e animate per rendere il dizionario facile, comprensibile e divertente per i bambini.

Come è nata l’idea. Quando, lo scorso ottobre, è arrivata in Germania la prima ondata di migranti Anna Karina Birkenstock, illustratrice e volontaria nei campi profughi, ha deciso di utilizzare il linguaggio universale delle illustrazioni e la tecnologia di PubCoder per costruire uno strumento di dialogo con i tanti bambini rifugiati. Lei e suo marito, Caspar Armster, hanno raccolto 150 parole di uso quotidiano disegnate da 25 illustratori, che hanno entusiasticamente aderito all’iniziativa, e hanno creato un libro digitale con audio in doppia lingua inglese e tedesco, Das Wilkommens ABC, che i volontari possono utilizzare con il proprio smartphone. PubCoder, che ha ideato e sviluppato il software utilizzato per la creazione del dizionario, lancia insieme ad Anna e Caspar una call per la versione italiana del progetto con il patrocinio della Bologna Children’s Book Fair.

Leggi l’intervista a Caspar Armster: Il progetto the Willkommens-ABC: un dizionario illustrato digitale gratuito per rifugiati e volontari.

kiwi-anim.gif

KIWI è il mio contributo…

Grossman Mondadori

Work in progress: Mirtilla, Lilli, Amalia

MIRTI-1